Cure quotidiane

alimentazione chihuahua

Cure Quotidiane del Chihuahua

 

 

Alimentazione del cane:

Il miglior modo di alimentare qualsiasi cane, indipendentemente dalla razza ,taglia ed età, è sempre il mangime industriale secco sotto forma di Crocchetta . Questo alimento assolve al totale fabbisogno nutritivo del cane , sia esso adulto o cucciolo, risolvendo in una sola volta tutti i problemi delle “ diete sbilanciate” spesso preparate e confezionate dagli stessi padroni in ambito domestico. Nella crocchetta, le case produttrici hanno gia pensato ad inserire tutti i principi nutritivi, vitamine,sali minerali e fibre necessari al cane, e negli ultimi anni, le stesse industrie hanno formulato mangimi sempre più specifici per ogni esigenza e tipologia di cane , secondo la razza del cane, la sua taglia, l’ età e le sue particolari necessità salutari ( ad es. i mangimi curativi prescritti dai medici veterinari ), incluse le specifiche formule a supporto dell’attività fisica svolta dal cane. Le crocchette inoltre assolvono ad un’altra importantissima funzione , ossia quella della pulizia dentale per effetto della masticazione delle stesse.Sappiamo per certo che un cane alimentato a crocchette non avrà mai grossi problemi di formazione di placca e tartaro , mentre un cane alimentato con cibi umidi avrà presto questi problemi, con serie conseguenze salutari dovute alla precoce perdita dei denti. Non trascurabile anche il fatto della diversa consistenza delle deiezioni : un cane alimentato a crocchette avrà deiezioni più compatte e sporcherà poco e con meno “ odori sgradevoli “ mentre un cane alimentato con cibi umidi in generale , avrà sicuramente delle deiezioni molto umide ,mollicce e  maleodoranti, molto meno gestibili soprattutto per quei cani che vivono in appartamento ( e anche per i loro padroncini! ).

Dunque , considerando quanto detto, anche i chihuahua del nostro allevamento vengono alimentati con mangime secco sotto forma di crocchette specifiche per la taglia e l’età del cane in questione e precisamente:

Chihuahua Cucciolo:

Iniziamo lo svezzamento dal latte materno con il prodotto specifico per questa delicatissima fase :  MINI STARTER ( madre e cuccioli )sotto forma di  crocchetta.In questa delicata fase dello svezzamento è possibile aiutare il cucciolo a passare dal latte al mangime con una formula umida , ad es. con lo Starter Puppy Mousse. Verso i 50 gg , i cuccioli avranno preso familiarità con la ciotola delle crocchine,quindi si passa gradualmente al Mini Junior sempre crocchetta e si manterrà sino al sesto-settimo mese di vita del cucciolo, periodo in cui si inizierà il passaggio al mangime per chihuahua adulti. Durante tutta la fase dello svezzamento , consigliamo di somministrare il cibo non meno di 3 volte al giorno, nelle quantità consigliate dalla casa produttrice. Acqua sempre a disposizione.

Chihuahua Adulto:

Giunti al sesto-settimo mese circa di vita del cucciolo, iniziamo gradualmente ad inserire la crocchetta tipo  MINI ADULT , appositamente studiata per la sua dentizione,la taglia piccola, e per il fabbisogno metabolico di un cane adulto ( mangime meno proteico e meno calorico ). In questa fase della vita del cane,e nel nostro caso per tutta la sua vita, è consigliabile somministrare due pasti giornalieri sempre seguendo le dosi della casa produttrice. Nel corso della vita del nostro chihuahua, se subentrano circostanze particolari ( es. sterilizzazioni, gravidanze , int. chirurgici , affezioni varie come obesità o allergie ecc..) è possibile utilizzare mangimi specifici curativi – diete veterinarie ( prescritte dal vostro medico veterinario).

Cercate di evitare se possibile i bruschi cambi di qualità e di ” marca ” del mangime che intendete somministrare: questo cambiamento improvviso determina un forte stress di adattamento dell’intestino del cane, tanto da procurargli alterazioni  come diarrea, alvo alterno,flautolenza,in casi estremi coliche addominali di tipo gassoso.

 

 

IN CASO DI CANI SVOGLIATI O  INAPPETENTI

Può capitare, soprattutto nelle prime fasi dello svezzamento e della crescita, che il vostro cucciolo manifesti episodi di inappetenza, cioè di mancanza di appetito nei confronti dei soliti alimenti somministrati tutti i giorni ( crocchette, umido in lattina o vaschetta ecc…)

In questo caso, il nostro consiglio è di prestare molta attenzione al cucciolo poichè  il digiuno protratto per oltre le 24 ore  è causa di serie complicanze  quali ad es. : ipoglicemia, coma ipoglicemico,disidratazione, mettendo seriamente a rischio la stessa vita del cucciolo ( ma anche del cane adulto nei casi più gravi )

Raccomandiamo di SORVEGLIARE il cucciolo affinchè riprenda a nutrirsi e a bere entro le 24 ore, altrimenti  è necessario consultare immediatamente il proprio veterinario di fiducia per una valutazione medica delle cause del digiuno e dello stato di salute generale del piccolo.

Al fine di incentivare il recupero dell’appetito del cucciolo, senza creare disturbi intestinali, è possibile somministrare i seg. alimenti:

- Omoggeinizzati per CANI O CUCCIOLI  di vari gusti

- Petto di pollo/tacchino/ sempre ben lessati, senza sale, e  completamente ripuliti dai residui di assa, ridotti in piccoli pezzi

Gli alimenti sopra descritti, essendo molto profumati e gustosi, risultano molto più appetibili dei cibi preconfezionati, e possono essere di aiuto  in tutti quesi casi in cui si debba   ” recuperare ” l’appetito del cucciolo o del cane adulto.

Consigliamo comunque di NON BASARE l’intera alimentazione del cane sotanto su questi cibi,perchè a lungo termine potrebbero verificarsi carenze vitaminiche e di altri importanti fattori nutrizionali essenziali che invece sono garantiti negli alimenti preconfezionati appositamente studiati per la tipologia di cane .

A tal scopo , dopo il recupero dell’appetito e aver così scongiurato i rischi legati al digiuno , è vivamente consigliato di tornare GRADUALMENTE alla somministrazione del prodotto preconfezionato , certamente  completo e bilanciato, e aggiungerei molto più pratico.

 

 

L’alimentazione “ Casalinga “

La scelta di alimentare il proprio cane con alimenti freschi , preparati o cucinati in casa , richiede massima attenzione da parte del proprietario poiché si devono conoscere le giuste proporzioni dei nutrienti di cui il proprio cane ha bisogno quotidianamente. Parliamo di proteine, glucidi, lipidi, vitamine ,fibre , sali minerali, e altri microelementi che se vengono a mancare nella dieta del cane o se somministrati in maniera sbilanciata, possono determinare varie patologie organiche da malnutrizione o da carenze alimentari. Questo è quello che si verifica puntualmente quando il padrone si avventura in questa pratica casalinga senza avere le giuste nozioni circa i fabbisogni nutrizionali del proprio cane, esponendolo a sicuri danni salutari, anche se fatto in buonafede.
Consigliamo vivamente a chi volesse intraprendere questa strada di rivolgersi al suo veterinario di fiducia, che consiglierà un integratore multivitaminico a copertura delle possibili carenze, effettuerà eventuali controlli medici del caso e formulerà la dieta più idonea , variegata e completa possibile. In generale, nelle diete casalinghe per il proprio cane compaiono i seguenti alimenti , sempre nelle giuste dosi e secondo indicazioni specifiche :

  • carni bianche tutte , ben disossate e sempre cotte ( bollite o piastra ) mai salate
  • carni rosse magre , preparate come sopra
  • pesce azzurro bollito ( senza spine) ricco di proteine e omega 3-6, sali minerali.
  • altro pesce cotto ( salmone, sogliole,trota,persico ecc…) sempre senza spine .
  • uova ( mai crude )
  • verdure lesse ( zucchine , carote, bietole,altre verdure a foglia)
  • pasta e riso : bollita senza sala, molto scotta e scolata per bene dall’eccesso di amido, per l’apporto dei carboidrati.
  • frutta con pochi zuccheri : mele, agrumi,ecc..
  • olii vari : extravergine oliva , olio di semi di lino, olio di pesce, indicati per apportare acidi grassi essenziali , omega 3-6-9, per salute del pelo e della cute
  • vari altri alimenti in proporzioni minori ( parmigiano, ricotta, alimenti ricchi di calcio ecc…)

 

ALIMENTI DA EVITARE :

Latte di ogni genere, formaggi  e latticini in generale ( tranne quelli sopra citati ) ,zucchero, sale, tutti dolciumi  vari , alimenti fritti in generale, carni crude e altri parti di animali non commestibili , ossa di pollame  e in generale tutti gli ossi, pesce con lische o spine insidiose, tutti gli residui e scarti di cucina vari, tutti mangimi di scadente qualità…..e  ciò che mangiano gli umani a tavola!!

Non date mai l’abitudine al cucciolo di ” mendicare cibo ” dalla vostra tavola: ve ne pentireste presto sia in termini di salute ( lo porterete spesso dal veterinario per disturbi intestinali ) sia in termini economici ( le visite del medico veterinario non sono gratuite! ) sia in termini di cattivo comportamento del cucciolo ( non è certo gradevole , soprattutto quando ci sono ospiti, avere un piccolo chihuahua che mugola e guaisce in continuazione finchè non cade qualcosa da mangiare dalla vostra tavola…alla fine sarete costretti ad allontanarlo e non portarlo più con voi mentre mangiate)

 

 

 CONSIGLI SANITARI :

chihuahua salute

Evitare se possibile il contatto del cucciolo con altri animali di dubbia provenienza  ed evitare luoghi da questi frequentati  almeno sino al completamento del ciclo di vaccinazioni.

Se il cucciolo non mangia  o non beve per un intero giorno e la cosa è accomagnata da mancanza di vitalità e/o mancanza di  voglia di giocare,abbattimento, vomito e/o diarrea , consultare immediatamente il veterinario per una visita di controllo.

 

Se fate un viaggio  con il cucciolo pensate sempre a procurarvi tutto il necessario per lui prima di partire, e unite anche una piccola dose di ” miele ” da somministrare  nel caso il cucciolo manifestasse i sintomi dovuti ad   ipoglicemia da stress ( consultate prima di partire il vostro veterinario di fiducia)

Ricordate: un cucciolo che sta bene ed è  ben nutrito non avrà nessun problema per viaggiare ( tranne forse un poco di mal dìauto facilmente risolvibile )

Il miele risulta essere un atto di “ pronto soccorso “ per le ipoglicemie cui sono soggetti i cuccioli troppo piccoli di età o gracilini, mai sentito che un nostro cucciolo abbia avuto necessita di miele durante i vari viaggi, semmai meglio dargli un omoggeinizzato per cani a piccole dosi durante il viaggio per non tenerlo completamente a digiuno.

Assicuratevi anche di portare sempre con voi tutta la relativa documentazione sanitaria del vostro beniamino, pena anche il sequestro del cane se non sarete in grado di dimostrarne il possesso, la provenienza, il suo stato di salute alle guardie zoofile.

In alcuni stati esteri, per l’espatrio o rimpatrio del cane, è necessaria la vaccinazione antirabbica  con richiamo certificato dal vostro medico veterinario non più vecchio di 3 mesi.

Per i vostri  spostamenti in automobile o mezzi pubblici vari, la legge italiana prevede che il cane debba essere custodito all’interno di un trasportino rigido sufficientemente grande da accoglierlo  senza costrizioni.

Fate attenzione agli spostamenti in aereo: non tutte le compagnie  di viaggio accolgono i vostri cani, anche se di piccole dimensioni. Vi consigliamo pertanto di informarvi prima di prenotarne il viaggio in compagnia del vostro amico a 4 zampe, eventualmente cambiate compagnia aerea!!

 

igiene chihuahuaCURE IGIENICHE DEL CHIHUAHUA (CUCCIOLO E ADULTO)

e’ vivamente raccomandato di non sottoporre il cucciolo a nessun tipo di bagno o spugnature varie finche’ non abbia completato il ciclo di vaccinazioni principali, che avvera’ circa verso il terzo mese di eta’ . Prima di tale periodo la priorita’ del cucciolo non sara’ certo quella di imparare a fare il bagnetto ,per questo avra’ tanto tempo a disposizione dopo le vaccinazioni e quindi dopo aver consolidato anche il suo sistema immunitario e la sua resistenza  fisica in generale.

In alternativa ,se proprio necessario, in questo periodo si possono usare apposite pezzuole o fazzoletti umidificati  per igiene dei cuccioli che potete facilmentetrovare in commercio, ma limitatevi a passarle sulle zone piu’ necessarie come ad esempio zone peri-genitali o zampette o musetto, laddove sia appunto necessario.

Diciamo che al tempo giusto ( consigliatevi sempre con il suo allevatore o veterinario) per la prima volta il vostro chihuahuino dovrebbe  fare solo una prima e delicata conoscenza con l’acqua del bagnetto e relativo ambiente,senza mai sottoporlo a traumatismi psicologici che rischierebbero di compromettere per sempre il suo rapporto con questo elemento.

Pertanto consigliamo di non riempire la vaschetta,almeno per la prima o seconda volta, ma di lasciarvi due dita di acqua calda con pochissimo SHAMPOO per cuccioli, al fine di non creare troppa schiuma che risulterebbe di difficile rimozione data la scarsita’ di acqua di risciacquo.

Non bagnate mai la testa del cucciolo e nemmeno del cane adulto poiche proprio questo gesto crea una sensazione di soffocamento dovuto alla penetrazione dell’acqua nelle prime vie aeree attraverso il naso e la bocca, e anche una sensazione di occlusione e stordimento dovuta all’acqua che entra nel condotto uditivo, quindi il cucciolo avrebbe immediatamente una reazione incoercibile di paura e di fuga con traumatismi psicologici che vi impedirammo per molto tempo di riproporgli una simile situazione ( pensate che alcuni cani mal sopportano addiruttura il suono dell’acqua che esce dal rubinetto se sottoposti a maldestro bagnetto  da piccoli)

Cercate invece di fargli fare una sorta di conoscenza con l’acqua come sefosse una specie  di pediluvio, mentre per le volte successive aumentate gradualmente la quantita di acqua sino a raggiungere altezza spalla e non oltre.

Aiutatevi con in piccolo recipiente per versare acqua sul dorso del chihua ma state sempre attenti  non versargli acqua in testa o sul muso, invece per queste zone usate una spugnetta imbevuta e poi strizzata, rimuove ugualmente impurita dalla zona perioculare, peri buccale , peri auricolare e nucale.

Se vedete che il chihua ha delle reazioni di paura smettete di inzupparlo e tranquillizzatelo con voce calma e suadente, riprenderete a lavarlo appenza si tranquillizza.Piu in la ,se notate che il vostro chihua si fida di voi e dell’acqua, potrete iniziare ad usare la doccetta per risciacquo, ma solo se non gli crea timore, altrimenti seguitate con il recipiente che vi servira a raccogliere acqua dalla bacinella e versarla sul chihua per il risciacquo.

Noi in allevamento laviamo i chihua ogni 30-40 gg in ambiente caldo e riscaldato, ponendoli in un piccolo lavandino poco profodo, e asciugandoli prima con degliappositi teli e poi, solo per i peli lunghi, passiamo all’asciugatura tramite phon.

Ancora oggi alcuni dei nostri chihua mal gradiscono questo ultimo passaggio poiche  il phon fa rumore e li infastidisce assai, ma un bel bocconcino  premio allacinedi tutto li rincuora e tutto finisce senza problemi.

Per quanto riguarda i prodotti da utilizzare, ce ne sono a centinaia evariano a seconda del manto e della cute del vostro cane….consigliatevi col vostro allevatore, noi utilizziamo per i cuccioli appositi prodotti molto dolci e poco schiumosi a base di avena colloidale , per gli adulti possiamo utilizzare comuni shampoo per cani e spesso aggiungiamo anche una piccola dose di sapone di marsiglia che sgrassa e potenzia l’azione pulente dello shampoo per cani.

Il buon senso comunque impone cautela e soprattutto consigliatevi col vostro allevatore o veterinario nel caso ci siano situazioni particolari che richiedono trattamenti diversi.